Google Chrome penalizzerà i siti lenti

Webfantasy.it - Web Agency Salerno

Google ha appena annunciato sul suo blog ufficiale, Chromium, che intende etichettare e penalizzare i siti web lenti sul browser Chrome.
L’obiettivo principale di questa nuova funzionalità sarà quella di premiare i siti veloci e performanti a discapito di quelli che non sono ottimizzati per la navigazione.
Il colosso di Mountain View parte dall’idea che la tempistica di caricamento è una variabile che può, a seconda dei casi, peggiorare o migliorare l’user experience. Pertanto, Google sta implementando un sistema di segnalazione in grado di indicare immediatamente quali sono i tempi di attesa per l’apertura di un sito o di un link.

Google Chrome e i siti lenti: come funzionerà nel dettaglio

Chrome per sposare la filosofia di un web sempre più veloce, segnalerà i tempi di attesa già in fase di apertura di un sito rimandando quelle stesse informazioni a Google.
Il metodo esatto con cui avverrà la segnalazione è in via di definizione, si ipotizza che potrebbe essere una schermata di caricamento con un alert. Oppure ci sarà un menù contestuale che indicherà il tempo di caricamento della pagina web. Terza alternativa: si pensa ad una barra di caricamento che muterà il colore a seconda del tempo stimato di caricamento pagina (si pensa a blu per indicare la lentezza, verde per indicare la rapidità) .

google chrome

Google la velocità: penalizzazioni e incentivi

La penalizzazione sarà lato motore di ricerca (una volta che Google avrà appreso la scarsa velocità tenderà a proporre meno quel sito sulla sua rete). Sia lato utente (l’utente avvisato sarà chiaramente meno incline ad attendere il caricamento di un sito lento e cercherà altrove l’informazione d’interesse). La cosa avrà sicuramente un impatto notevole nell’economia della navigazione in rete italiana. Pensiamo che il 62% degli utenti online in Italia, oggi, utilizza Chrome come browser di rete.
Per quanto riguarda gli incentivi, l’altro obiettivo a lungo termine è premiare con un sistema di badge i siti che offrono un’esperienza di navigazione di livello alto. Una valutazione complessiva che prenderà in considerazione anche altri elementi che non si fermerà alla sola velocità di caricamento.
Google con una chiosa sui suoi canali ufficiali, invita i gestori dei siti web ad ottimizzarli per migliorare l’esperienza di navigazione.

Quando Google Chrome rilascerà l’aggiornamento

Questa notizia, insomma, nonostante non sia stata ufficializzata ancora la data di rilascio, sicuramente rivoluzionerà il traffico online da qui a breve.
Quel che è certo, è che bisogna farsi trovare pronti realizzando dei siti web ed e-commerce veloci e performanti. Altrimenti il sito web, da arma a favore del proprio business, si trasformerà in breve soltanto in un peso inutile.