Facebook Pay: arriva il nuovo sistema di pagamento

Webfantasy.it - Web Agency Salerno

Facebook Inc. ha appena annunciato il lancio di Facebook Pay, il nuovo metodo di pagamento che sarà disponibile sul social network più diffuso al mondo oltre che per Messenger, Instagram e WhatsApp.
Con Facebook Pay sarà possibile fare acquisti e scambiarsi somme di denaro online direttamente sulle piattaforme.
Il servizio rientra nel nuovo piano aziendale di Facebook ma è separato da Libra, la valuta digitale teorizzata e proposta da Mark Zuckerberg, l’ambizioso progetto (per ora in stand-by) del CEO di Facebook che per ora ha trovato numerose difficoltà vista la resistenza di governi e aziende.
Facebook Pay sarà disponibile negli Stati Uniti a partire già da questo week end. Per il resto del mondo, invece, non sono state ancora rilasciate dichiarazioni sulla sua effettiva pubblicazione.Nelle prime settimane, il sistema sarà disponibile attraverso l’applicazione di Facebook e Messenger, nelle quali si dovranno inserire gli estremi della carta di credito o prepagata per rendere attivo il servizio. Dopodiché, la stessa Facebook Inc. ha dichiarato che lo stesso sistema sarà integrato a Instagram e WhatsApp.

E Faceboook Libra?

Il servizio Facebook Pay potrà essere utilizzato con i più diffusi circuiti di carte di credito e con PayPal.
La rapidità con cui è stato annunciato e implementato questo servizio forse dipende dalle difficoltà incontrate da Libra, visto che la stessa Paypal, eBay, Visa e Mastercard hanno annunciato di non voler far parte più di quest’ultimo progetto. Non solo, molti governi si sono dichiarati apertamente contro la diffusione del sistema di pagamento virtuale proposto da Facebook in quanto temono che l’utilizzo dei dati di miliardi di persone da parte di un’azienda privata non si sposi bene con la gestione di una valuta alternativa quale è Libra.

Facebook Pay è l’alternativa a Libra?

Facebook Pay, in questo senso, potrebbe essere il piano B attuato da Facebook per dimostrare l’affidabilità e la trasparenza dei propri sistemi e dei suoi intenti. Una soluzione basata sulla valuta tradizionale, sfruttando circuiti di pagamento già affermati.
In Italia, come in resto del mondo, sono già disponibili su Facebook alcuni metodi di pagamento, quelli ad esempio per fare donazioni o piccoli acquisti attraverso la sezione Marketplace, mentre in altri paesi la società aveva già testato i piccoli trasferimenti di denaro tra utenti tramite Messenger.La novità di Facebook Pay non sta nel sistema, ma nell’aver ufficializzato e implementato una piattaforma dedicata esclusivamente al trasferimento di denaro.
L’obiettivo resta quello di convincere anche i più scettici sulla gestione del denaro da parte della Zuckerberg e soci.