fbpx
Porta in alto il tuo sito web, affidati alla nostra web agency

Scalare campagne social con un e-commerce

Scalare campagne social con un e-commerce

scalare campagne social e-commerce

Se ti stai chiedendo come scalare le tue campagne social è probabile che sia arrivato a fare sul serio in questo campo.
Il social media marketing fatto in maniera professionale, infati, non si limita alla condivisione di post e alla stesura di un calendario editoriale. A volte bisogna pensare alla ciccia, ovvero, bisogna vendere. Che poi vendere è il fine ultimo della pubblicità sui social. E quando un cliente è un e-commerce una pubblicità deve necessariamente produrre risultati in quanto il ritorno degli investimenti è lì sovraimpressione, indiscutibile, inconfutabile. Il ROI e il ROAS diventano gli indicatori di performance che sanciranno la bontà o il fallimento del social media manager.

Se hai la fortuna di seguire tutti gli step per costruire una campagna social per e-commerce è il momento di passare a scalare le tue campagne.
Ma un attimo: cosa intendiamo per scalabilità? Significa ottimizzare i risultati e aumentare il ritorno degli investimenti di una campagna che produce già risultati. Fase in cui il digital strategist è chiamato a fare sul serio, quando deve armeggiare qualcosa che già funziona e rischia di rovinarlo se non sa quello che sta facendo.
Sia chiaro: non esistono formule magiche per far vendere un e-commerce. Non basta la realizzazione di un’e-commerce per iniziare a vendere. Tutt’al più esistono delle regole che ci possono aiutare in un regime di concorrenza globale. Aprire un e-commerce, infatti, oggi equivale ad aprire in un negozio in una via trafficata. Basta svoltare l’angolo (una ricerca su Google, scorrere il feed di Facebook) e si può trovare un prodotto simile o uguale al tuo.

Le regole di massima per scalare le campagne social:

Prima regola: Differenziare l’offerta. Se vendi prodotti comuni magari devi fornire un ottimo servizio di customer care che ti permetta di fidelizzare i clienti e creare una riprova positiva attorno al tuo marchio che invogli nuovi clienti ad acquistare. Diversamente, se abbiamo la fortuna di vendere un prodotto distintivo o di qualità superiore, dobbiamo comunicare al meglio i suoi aspetti peculiari ai prospect.

Seconda regola: Amento budget. La più classica di tutte. Se il nostro e-commerce con una campagna pubblicitaria da 30€ giorno e sta generando vendite aumentiamo di piccole percentuali (diciamo 15-20% alla volta il budget) se abbiamo margine.

Terza regola: Occhio ai posizionamenti. Ok, all’inizio della campagna probabilmente hai selezionato più posizionamenti per vedere quale di questi avrebbe generato più vendite. Dopo un certo periodo (3-4 settimane) hai abbastanza dati per capire quali sono quelli che stanno pagando di più in termini di vendite (facebook feed, stories o altro). Così potrai concentrare le risorse solo sui posizionamenti che pagano davvero..

Quarta regola: I pubblici simili (O lookalike). Facebook e Instagram ma anche altri social forniscono uno strumento potentissimo noto come Pubblici Simili. In pratica in base agli utenti che hanno commesso un’azione sul tuo sito web lo strumento estrae un profilo generale e proporrà il tuo catalogo di prodotti a quelle persone che, in base a quelle caratteristiche, hanno più probabilità di acquistare sul tuo sito web. Stupendo, no?I pubblici simili sono settabili per somiglianza ad un pubblico di origine e località. Somiglianza va dal 1% al 10%, più è bassa la percentuale più il pubblico simile sarà SIMILE a quello di origine. Questa è una pratica fondamentale per ottimizzare le vendite.

Ora che sai le regole fondamentali, forse – e diciamo forse – sei pronto per il tuo shop online. Se sei di zona, la nostra WebFantasy provvede alla realizzazione di e-commerce a Salerno. Non esitare a contattarci e richiedere la tua consulenza gratuita.